Corso di laurea magistrale in
LINGUISTICA
LE0610, ordinamento 2008/09, A.A. 2013/14

Principali informazioni sul corso
Tipologia di corso Corso di laurea magistrale D.M. 270/2004 2008
Anno di attivazione 2008/09
Classe LM-39 - Classe delle lauree magistrali in Linguistica
Titolo rilasciato Laurea Magistrale
Sede PADOVA
Lingua di erogazione Italiano
Curricula attivati Percorso Comune
Corsi affini --
Corsi della stessa classe    --

Descrizione del percorso formativo previsto per gli immatricolati nell'A.A. 2013/14 allegato2.pdf

Accesso
Tipo di accesso Accesso libero con requisiti
Posti riservati ai cittadini non comunitari residenti all'estero 6
        di cui studenti cinesi (programma "Marco Polo") 1
Numero minimo di preimmatricolazioni condizionante l'attivazione del corso   25
Prevista immatricolazione con debito formativo NO
Prevista iscrizione come studenti part time
Tasse Prospetto Tasse A.A. 2013/14
Avviso di ammissione    Avviso di ammissione A.A. 2013/14

Concorsi e Preselezioni
Dati aggiornati al 16/04/2014, ore 07:30
Concorso Presentazione domande Iscritti
al concorso
Di cui iscritti al corso
con opzione di prima scelta, se prevista
Laurea Magistrale in Linguistica termine scaduto il 28/02/2014 49 49

Calendari del corso per l'AA 2013/14
Visualizza il calendario delle lezioni Calendario settimanale del corso
Calendario per insegnamenti del corso

Riferimenti

Insegnamenti del corso di studio offerti nell'A.A. 2013/14
Curr. Codice Insegnamento CFU Anno Periodo Responsabile
000ZZ LE17100348 ANTROPOLOGIA CULTURALE 6 I Secondo semestre MARIA TERESA MILICIA
000ZZ LE16101512 CODICOLOGIA 6 I Secondo semestre NICOLETTA GIOVE'
000ZZ SUP3051178 DIALETTOLOGIA (AVANZATO) 6 I Secondo semestre GIANNA MARCATO
000ZZ LE06101804 DIALETTOLOGIA ITALIANA 9 I Secondo semestre GIANNA MARCATO
000ZZ SUP3053290 DIDATTICA DELL'ITALIANO 6 I Secondo semestre MARIA GIUSEPPA LO DUCA
000ZZ LE16102758 ETNOLOGIA 6 I Secondo semestre DONATELLA SCHMIDT
000ZZ LE05111948 FILOLOGIA GERMANICA 2 6 I Primo semestre MARCELLO MELI
000ZZ LEL1005689 FILOLOGIA GERMANICA 6 I Primo semestre PAOLA MURA
000ZZ LE07102889 FILOLOGIA LATINA 9 I Secondo semestre MARTINA ELICE
000ZZ LEN1032915 FILOLOGIA ROMANZA (AVANZATO) 9 I Primo semestre ALVARO BARBIERI
000ZZ LE22102907 FILOLOGIA ROMANZA 9 I Primo semestre GIANFELICE PERON
000ZZ LEL1000449 FILOLOGIA SLAVA 9 I Secondo semestre ROSANNA BENACCHIO
000ZZ LE09102950 FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO 6 I Primo semestre MASSIMILIANO CARRARA
000ZZ LEL1000256 FONETICA E FONOLOGIA 6 I Secondo semestre LAURA VANELLI
000ZZ LE04103673 GLOTTODIDATTICA 6 I Primo semestre LOREDANA CORRA'
000ZZ LE05111981 LINGUA E LETTERATURA GALEGA 6 I Primo semestre GIOVANNI BORRIERO
000ZZ LE05104913 LINGUA E LETTERATURA PROVENZALE 6 I Primo semestre FRANCESCA GAMBINO
000ZZ LE10104979 LINGUA E LETTERATURA SANSCRITA 9 I Secondo semestre MARCELLO MELI
000ZZ LEL1000464 LINGUA FRANCESE 9 I Primo semestre GENEVIEVE HENROT
000ZZ LE18105165 LINGUA INGLESE 9 I Secondo semestre MARIA TERESA MUSACCHIO
000ZZ LEM0017354 LINGUA ITALIANA 9 I Secondo semestre MARIA GIUSEPPA LO DUCA
000ZZ LEL1001896 LINGUA PORTOGHESE-BRASILIANA 9 I Primo semestre SANDRA BAGNO
000ZZ LEL1000463 LINGUA ROMENA 9 I Secondo semestre DAN OCTAVIAN CEPRAGA
000ZZ LEL1000465 LINGUA SPAGNOLA 9 I Primo semestre CARMEN CASTILLO PENA
000ZZ LEL1000466 LINGUA TEDESCA 9 I Primo semestre FEDERICA MASIERO
000ZZ LE04121589 LINGUISTICA STORICA 6 I Secondo semestre ALDO PROSDOCIMI
000ZZ LE06105452 LOGICA 6 I Secondo semestre MASSIMILIANO CARRARA
000ZZ LEO2043810 METODI LINGUISTICI DI ANALISI DI TESTI 9 I Secondo semestre MICHELE CORTELAZZO
000ZZ LE03122634 MORFOLOGIA 6 I Primo semestre DAVIDE BERTOCCI
000ZZ LE01106248 NEUROPSICOLOGIA 6 I Primo semestre CARLO SEMENZA
000ZZ LE10106422 PALEOGRAFIA LATINA 6 I Secondo semestre NICOLETTA GIOVE'
000ZZ LE02122658 PROGETTAZIONE DI SITI WEB 6 I Secondo semestre MARISTELLA AGOSTI
000ZZ LE03107034 PSICOLINGUISTICA 6 I Primo semestre CLAUDIO MULATTI
000ZZ LE08107058 PSICOLOGIA COGNITIVA 6 I Primo semestre RINO RUMIATI
000ZZ LE03122730 SEMANTICA E LESSICO 6 I Primo semestre MARIA TERESA VIGOLO
000ZZ LE03122731 SINTASSI 6 I Secondo semestre CHIARA ZANINI
000ZZ LE04107650 SOCIOLINGUISTICA 6 I Primo semestre ALBERTO MIONI
000ZZ SUP3051308 STORIA DELLA LINGUA ITALIANA (AVANZATO) 9 I Secondo semestre IVANO PACCAGNELLA
000ZZ LE07110744 STORIA DELLA LINGUA ITALIANA 2 9 I Secondo semestre ANDREA AFRIBO

Altre attività formative (non erogabili)
Curr. Codice Insegnamento CFU Anno Periodo Responsabile
000ZZ LEL1004278 STAGE, TIROCINI, SEMINARI 3 II Annuale LAURA VANELLI

Prove finali
Curr. Codice Insegnamento CFU Anno Periodo Responsabile
000ZZ LE32106948 PROVA FINALE 39    


Obiettivi formativi del corso di studio
Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo
Il corso di laurea magistrale in Linguistica si pone l’obiettivo di formare dei laureati magistrali che abbiano acquisito solide competenze teoriche e metodologiche nell’ambito della riflessione sul linguaggio nei suoi aspetti “universalistici”, e della descrizione specifica dei diversi sistemi linguistici. L’analisi delle strutture linguistiche dovrà partire dallo studio dei sistemi sincronici, che sarà però integrato dall’analisi diacronica. Linguistica teorica e linguistica storica costituiscono perciò il fondamento dell’organizzazione didattica del corso. Il laureato magistrale in Linguistica, nell’applicare le teorie assimilate alla descrizione dei diversi sistemi linguistici, dovrà approfondire le metodologie e le tecniche più appropriate per l’analisi dei singoli livelli della lingua. Sono previste attività formative di Fonetica e fonologia, Morfologia, Sintassi, Semantica e lessico, Pragmatica. Il laureato magistrale in Linguistica potrà acquisire conoscenze avanzate anche nel campo dello studio della “variazione” linguistica. Il corso offre infatti la possibilità di approfondire gli studi dialettologici e sociolinguistici. Particolare attenzione sarà data all’approfondimento della linguistica applicata all’insegnamento delle lingue. Il corso è organizzato in un unico curriculum. Gli insegnamenti sono organizzati in modo da offrire agli iscritti, accanto a un nucleo di insegnamenti linguistici comuni, la possibilità di seguire, attraverso delle scelte opzionali, dei percorsi di studio che privilegiano specifiche aree tematiche. Si possono così individuare i seguenti percorsi: 1) un percorso di linguistica generale, che approfondisce l’approccio teorico e metodologico allo studio della lingua; 2) un percorso di linguistica romanza e italiana, volto a privilegiare l’aspetto descrittivo, che comprende anche gli insegnamenti a carattere dialettologico e sociolinguistico; 3) un percorso di linguistica storica focalizzato in particolare sulla linguistica indoeuropea. A ciascun percorso sono associati alcuni insegnamenti di carattere affine o integrativo: in particolare insegnamenti logico-filosofici e psicologici per il percorso di linguistica generale, insegnamenti demoantropologici e sociologici per il percorso di linguistica italiana e romanza, insegnamenti storico-filologici per il percorso di linguistica storica e indoeuropea.

Risultati di apprendimento attesi, espressi tramite i descrittori europei del titolo di studio
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Il laureato magistrale in Linguistica dovrà acquisire una conoscenza approfondita delle metodologie e delle teorie linguistiche più avanzate, non disgiunta dalla conoscenza della storia della disciplina. Dovrà essere in grado di dominare le tecniche di analisi e di descrizione dei diversi sistemi linguistici. Dovrà inoltre possedere adeguate conoscenze in ambiti interdisciplinari quali la sociolinguistica, la glottodidattica, la semiotica, l’etnolinguistica, la psicolinguistica, la linguistica patologica. Per il raggiungimento di tali risultati di apprendimento, il corso di laurea offre un congruo numero di insegnamenti relativi ai domini sopra citati. Le prove d'esame, orali e/o scritte, consentiranno, al termine di ogni insegnamento, la verifica del conseguimento dei risultati attesi.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
Il laureato magistrale in Linguistica dovrà acquisire la capacità di applicare gli strumenti metodologici e i principi teorici all’analisi della struttura dei diversi componenti delle lingue naturali. Dovrà essere inoltre in grado di produrre delle descrizioni linguistiche empiricamente adeguate sia dal punto di vista sincronico che diacronico. I risultati di apprendimento attesi saranno raggiunti attraverso l’offerta di attività formative costituite da insegnamenti specifici relativi all’approfondimento dell’analisi dei diversi livelli che compongono la struttura linguistica. Il laureato magistrale in Linguistica sarà anche in grado di utilizzare e sviluppare gli strumenti informatici disponibili negli ambiti di competenza. E’ prevista l’istituzione di uno specifico corso di informatica connesso a un laboratorio. La padronanza dei metodi più innovativi di descrizione linguistica sarà non solo finalizzata a sviluppare l’attitudine alla ricerca, ma sarà anche orientata a formare dei laureati magistrali dotati degli strumenti più aggiornati nell’ambito dell’educazione linguistica, nella prospettiva di una formazione utile all’inserimento nell’insegnamento. A questo scopo è attivata una attività formativa specifica costituita da seminari dedicati all’applicazione delle conoscenze e delle metodologie linguistiche all’insegnamento delle lingue (materna e straniera). Tali capacità saranno verificate in particolare attraverso la partecipazione alle attività seminariali previste dai singoli insegnamenti,nelle quali saranno affidati ad ogni singolo studente l'approfondimento e lo sviluppo dei temi trattati.
Autonomia di giudizio (making judgements)
Il laureato magistrale in Linguistica dovrà inoltre possedere gli strumenti che lo mettano in condizione di acquisire e organizzare i dati empirici che costituiscono l’oggetto dell’analisi linguistica, in modo da dominare con competenza la complessità dei fatti linguistici. La gestione appropriata delle conoscenze acquisite dovrà tradursi nella capacità di formulare in modo autonomo giudizi, di trarre conclusioni sostenute da una adeguata argomentazione e di fornire analisi che tengano conto anche delle implicazioni teoriche che ne derivano. L'autonomia di giudizio richiesta sarà verificata ad ogni livello delle prove di valutazione dell'apprendimento cui gli studenti saranno soggetti (esami, seminari e prova finale).
Abilità comunicative (communication skills)
Capacità di apprendimento (learning skills)
Il laureato magistrale in Linguistica dovrà aver raggiunto una elevata capacità di apprendimento e di elaborazione critica delle tematiche della disciplina, tale da consentirgli di organizzare lo studio e la ricerca in modo autonomo. Dovrà conoscere gli strumenti di aggiornamento scientifico per le discipline linguistiche e sarà in grado di accedere alla letteratura scientifica prodotta in almeno due lingue europee oltre la propria. La verifica della maturità acquisita sarà verificata in particolare durante la preparazione e all'atto della discussione della prova finale. La sua preparazione e le conoscenze acquisite al termine del percorso formativo saranno tali da consentirgli di proseguire gli studi con il 3° ciclo (corsi di dottorato di ricerca, corsi di specializzazione, corsi di perfezionamento scientifico e di alta formazione finalizzati al rilascio del Master Universitario di 2° livello)

Altre informazioni
Conoscenze richieste per l'accesso
Per essere ammessi alla LM in Linguistica occorre essere in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. E inoltre: 1. Lo studente che intende iscriversi alla LM in Linguistica deve aver conseguito un determinato numero di crediti in specifici SSD. Il numero di crediti necessario e i SSD sono indicati nel Regolamento didattico del Corso. 2. L'accesso alla LM in Linguistica è vincolato al voto di laurea triennale o quadriennale, oppure, in alternativa, al voto medio conseguito negli esami dei SSD del punto 1. I voti minimi richiesti sia per la laurea che per gli esami sono indicati nel Regolamento didattico del Corso. La verifica all'accesso della personale preparazione avverrà con modalità che saranno opportunamente definite nel Regolamento didattico del corso di studio. In assenza dei requisiti non è possibile l'iscrizione, non essendo prevista l'iscrizione con debito formativo.
Caratteristiche della prova finale
La prova finale consisterà nella preparazione e nella discussione di una tesi, risultato di un lavoro di ricerca originale, elaborata su un argomento connesso con insegnamenti presenti nel piano di studi. Sarà redatta sotto la guida di uno o più relatori. Le modalità della preparazione della tesi sono indicate dal Regolamento didattico.
Sbocchi occupazionali
I laureati nel Corso di laurea magistrale in Linguistica potranno esercitare funzioni che richiedono competenze specialistiche nell’ambito dell’educazione linguistica, nei settori dell’editoria e delle comunicazioni, assumere incarichi di elevata responsabilità nell’ambito della cooperazione e degli istituti internazionali, o nei servizi di pubblica utilità rivolti alla comunicazione interculturale. Potranno trovare sbocchi professionali anche nell’ambito delle applicazioni informatiche alla comunicazione (costituzione di archivi, banche-dati, consulenza linguistica nella creazione e gestione di siti Internet, traduzione automatica, ecc.). Potranno svolgere l’attività di consulenti e collaboratori specialisti nella ricerca medica (logopedia, audiologia, neurolinguistica, rieducazione alla parola). I laureati del Corso di laurea magistrale in Linguistica possono prevedere come occupazione l'insegnamento nella scuola, una volta completato il processo di abilitazione all'insegnamento e superati i concorsi previsti dalla normativa vigente. Potranno infine proseguire gli studi nella prospettiva di un’ulteriore formazione scientifica e della ricerca
Parere delle parti sociali
La trasformazione dei corsi di studio é stata un'occasione di revisione degli ordinamenti previgenti, effettuata in accordo con quanto stabilito dal DM 270/2004 e realizzata per cercare di superare le criticità riscontrate durante l'esperienza della riforma ex DM 509/1999 (tra queste il frazionamento degli esami, l'allungamento della durata effettiva degli studi, il mancato riscontro dei contenuti negli sbocchi occupazionali). Il punto di partenza di tale revisione é stato quanto realizzato nelle precedenti consultazioni, rielaborato poi dalle Facoltà e presentato nel corso dei mesi scorsi in riunioni con le parti sociali più direttamente coinvolte.
Massimo numero di crediti riconoscibili: 6
(Crediti riconoscibili sulla base di conoscenze e abilità professionali certificate individualmente, nonché altre conoscenze e abilità maturate in attività formative di livello post-secondario alla cui progettazione e realizzazione l'Università abbia concorso)
Approvazioni
20/12/2007: Consultazione degli Organi del mondo della produzione, servizi e professioni
10/01/2008: Approvazione del Consiglio di Facoltà
16/01/2008: Approvazione del Nucleo di Valutazione
22/01/2008: Approvazione del Senato Accademico
28/05/2008: Decreto Ministeriale di approvazione dell'ordinamento didattico
05/06/2008: Decreto Rettorale di emanazione
Utenza sostenibile
Sede Utenza sostenibile
PADOVA 100